Stai pensando a dove andare in vacanza? Se sei un tipo che ama il mare, i borghi, la storia e la cucina ti consiglio assolutamente di trascorrere qualche giorno in Costiera Amalfitana. Nell’articolo ti darò suggerimenti per il viaggio in Costiera Amalfitana on the road e su cosa vedere in 7 giorni.

Informazioni sulla Costiera Amalfitana:

La Costiera Amalfitana è talmente un incanto che non a caso, è uno dei 50 siti italiani che l’UNESCO ha dichiarato “Patrimonio dell’umanità” nel 1997.

L’area si estende tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno e conta ben 14 comuni: Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare e Agerola. La conformazione dell’Amalfi Coast (per gli stranieri), la rende simile ad un balcone affacciato sull’azzurro mare del Tirreno, alle pendici dei Monti Lattari; stradine strette e tortuose la percorrono, case bianche e vicoli fanno da padroni in questa splendida terra.

La strada principale che collega tutti i paesi è la Strada Statale 163 Amalfitana, essa è considerata una delle più belle strade dello stivale costruita in epoca borbonica. Percorrerla è un viaggio nel viaggio, affacciatevi dal finestrino e potrete godere di panorami mozzafiato, direttamente dalla vostra auto.

Costiera amalfitana on the road:

I Paesi da visitare, come avrai letto sopra, sono tanti. Di seguito troverai quelli che io personalmente ho visitato e che consiglio di visitare.

Sette giorni sono un bel po’ e spostarsi con la macchina in Costiera non è un gioco semplice. Così il mio suggerimento è quello di non alloggiare in un unico posto ma suddividere il viaggio in due tappe: una con base a Sorrento o nei suoi dintorni e una con base ad Amalfi o zone limitrofe.

Personalmente ho scelto come prima base dell’on the road in Costiera, Profumo di mare Apartment nel borgo di Marina Grande di Sorrento, un bellissimo appartamento con vista sul mare e sul Vesuvio, e come seconda base, un B&B a Scala, il paese più antico della Costiera amalfitana a pochi km da Amalfi.

Sorrento, la porta di accesso occidentale alla Costiera amalfitana:

La città di Sorrento non rientra nella Costiera Amalfitana, piuttosto nella Costiera Sorrentina. Oltre al profumo di limoni, respirerete un’aria romantica dove gli alberghi sono ospitati in antichi palazzi, i negozi che vendono souvenir colorano le viuzze del centro storico e i ristoranti servono il pescato del giorno dal profumo invitante. Il luogo assolutamente da vedere è Marina Grande, l’antico borgo marinaro ha un’aria senza tempo, con le barchette dei pescatori nel porticciolo e le loro case dai colori pastello.

Meritano una visita e perchè no, una sosta, i Bagni Regina Giovanna: si tratta di una spiaggia rocciosa con acqua limpida e pulita a circa 2 km a ovest di Sorrento. Il sito è circondato dai resti della Villa Romana di Pollio Felice. Proprio in queste acque, si dice che la Regina amasse intrattenersi con i suoi amanti!

Attraversata da Sorrento a Capri:

Le rotte principali dei traghetti per Capri partono da Sorrento e da Napoli. Tutti hanno la durata di circa 40 minuti, ma io vi consiglio, se il vostro budget lo permette, di fare un’escursione in mare, di mezza giornata, con il tipico gozzo sorrentino. Ci sono molte agenzie che offrono pacchetti, io personalmente mi sono affidata a You Know! e ho trascorso una giornata indimenticabile alla scoperta delle grotte più belle come Grotta Azzurra, Grotta Bianca, Grotta Verde, Grotta Rossa e delle altre meraviglie che si trovano lungo il percorso.

Capri è splendida, e girando per le sue vie capirete il perchè è meta dei vip; se avete poco tempo a disposizione, una volta atterrati, impostate sul navigatore Giardini di Augusto. Voluti dall’imperatore, da cui hanno preso il nome, questi giardini salgono con una serie di terrazze fiorite fino ad un punto panoramico, che consente di ammirare scorci mozzafiato sui Faraglioni.

Con dei piccoli autobus, potete raggiungere Anacapri, dall’altra parte dell’isola. Anacapri sicuramente molto più tranquilla, merita secondo me una visita, per qualche ora di relax e di ammirazione dei tanti dettagli che abbelliscono le vie.

Positano, il paese tra mare e cielo:

Spettacolare, lussuosa e raffinata, Positano è la città da copertina della Costiera Amalfitana. Costruita su un versante della montagna sembra essere un tutt’uno con il paesaggio, dal mare al cielo case colorate sui toni del pesca. I migliori luoghi per ammirare dal basso la città sono le spiaggie: Spiaggia Grande e Spiaggia del Fornillo. Dall’alto invece vi consiglio di dirigervi verso Via Cristoforo Colombo così potrete vedere la bellissima cupola, rivestita di maioliche variopinte, della Chiesa di Santa Maria Assunta.

Sulla SS 163 che da Positano va verso Amalfi, troverete su una spiazzola il banco di frutta più famoso della Costiera. Sto parlando del banchetto di Salvatore che oltre a fare delle buonissime spremute di limone e arancia ti crea il set fotografico giusto tra la frutta e il mare.

Per proseguire l’on the road in Costiera Amalfitana, ho scelto Scala, il paese più antico della Costiera, dove i prezzi sono anche più economici. Da Scala è facile raggiungere altri luoghi come: Ravello, Amalfi, Atrani, Minori, Maggiori e ci si può spingere più lontano fino a Vietri sul Mare e Cetara. Ma andiamo con ordine per scoprire i paesi…

Cosa vedere ad Amalfi:

L’antica e potente Repubblica Marinara è oggi una piccola cittadina facile da attraversare a piedi. Il maestoso Duomo di Amalfi è preceduto da una scalinata di 62 scalini, è una delle poche testimonianze del glorioso passato della città. Sulla sinistra del porticato del Duomo vale una visita il Chiostro del Paradiso. Altra attrazione da visitare è la Grotta dello Smeraldo, a circa 4 km da Amalfi, deve il suo nome al colore smeraldo dell’acqua, e al suo interno troverete stalattiti e stalagmiti di dimensioni enormi.

Per rilassarvi e rifocillarvi vi consiglio di sedervi ai tavoli della famosa e antica Pasticceria Pansa, in Piazza del Duomo, ordinate una delizia al limone e non ve ne pentirete.

Atrani il comune più piccolo d’Italia:

Con una passeggiata di 10 minuti in direzione est da Amalfi, si raggiunge Atrani, il borgo annidato in una stretta valle, molto simile ad Amalfi ma, secondo me, ancora più caratteristico. Le mura della case sono dipinte quasi tutte di bianco e vi è una fitta rete di vicoli che crea un labirinto nel paese. La piccola piazza è il cuore di Atrani, dove troverete bar e ristoranti per rifocillarvi. Rispetto ad Amalfi, Atrani è sicuramente più tranquilla, economica e autentica. Se vi spostate in macchina vi consiglio di lasciarla al parcheggio Luna Rossa, da li tramite un tunnel seguite le indicazioni o verso Amalfi o verso Atrani.

Ravello e le antiche Ville:

La piccola cittadina di Ravello è conosciuta anche come “La Città della Musica”, in quanto ogni estate si svolge il Ravello Festival, dedicato al compositore tedesco Richard Wagner.

La raffinatezza di Ravello è dovuta anche alla presenza di due meravigliose ville: Villa Rufolo e Villa Cimbrone.

Villa Rufolo, situata in Piazza Duomo è famosa per i suoi giardini terrazzati dove esplodono i colori dei fiori ed il periodo migliore per visitarli va da maggio ad ottobre. Dalle terrazze della villa si apre un meraviglioso sguardo sulla Costiera Amalfitana. -Biglietto d’ingresso 6€-

Villa Cimbrone la visita a questa villa è una tappa d’obbigo in Costiera Amalfitana. Dalla Piazza duomo di Ravello, si raggiunge la villa con una passeggiata di 10 minuti in direzione sud. In passato era conosciuta come un luogo alternativo frequentato da molti attori e artisti. L’attrazione maggiore della villa è senza dubbio il Terrazzo dell’Infinito. Il nome che gli è stato dato è pianamente azzeccato infatti dal terrazzo si apre un panorama infinito sul mare e sui paesini delle Costiera. A rendere ancora più magico il posto, una serie di busti classici in primo piano che incorniciano il mare e la costa. -Biglietto d’ingresso 7€-

Vietri sul Mare: capitale della ceramica campana

Il comune più popolato della Costiera e anche quello più ad oriente. Il centro storico è pieno di negozi decorati con belle piastrelle ornamentali, nei quali è possibile acquistare oggetti e souvenir di ceramica dipinta a mano dai local. Se desiderate approfondire le vostre conoscenze sulla ceramica, potete visitare il Museo della Ceramica nel vicino paese di Raito. Se siete amanti dei colori vi consiglio una visita alla Villa Comunale (ingresso free), si tratta di un terrazzo-giardino a picco sul mare dove i viali, le fontane e passamano dei vialetti affacciati sul mare, sono interamente decorati con le ceramiche vietresi.  All’interno del parco troverete anche un anfiteatro che ospita numerosi eventi e concerti, ma ciò che rende speciale questo posto è la vista mozzafiato che si gode sul mar Tirreno e sul Golfo di Salerno.

Cetara: il paese dei pescatori e delle alici

Sempre nell’estremità orientale della Costiera troviamo Cetara, un paese di pescatori rinomato per le sue gustose specialità gastronomiche a base di alici. La famosa colatura di alici, una salsa liquida dal colore ambrato e dal sapore intenso, proviene proprio da qui, e rende ancora più buoni i piatti a base di pesce.

Visitare la Costiera Amalfitana, consigli utili:

  • La Costiera Amalfitana è una meta stagionale, infatti la maggior parte degli alberghi, ristoranti e bar chiude tra la fine di ottobre e Pasqua.
  • I mesi meno affollati per fare un on the road in Costiera Amalfitana sono quelli tra aprile-giugno e ottobre.
  • Nel mese di agosto la Costiera è invasa dalle persone del territorio oltre che dai turisti, quindi è difficile trovare tavoli liberi al ristorante o lettini al mare liberi.
  • Le strade della Costiera sono per la maggior parte strette e tortuose, armatevi di pazienza perché in alcuni punti si possono creare delle code.
  • Il mezzo migliore con cui spostarsi, per le piccole distanze, è sicuramente lo scooter, per noleggiarlo viene sempre richiesta la carta di credito.

Con questo è tutto, spero che l’on the road in Costiera vi sia piaciuto, e se decidete di seguirlo o fare tappa in uno dei posti che vi ho consigliato, non esitate a farmelo sapere anche con un messaggio sul mio profilo Instagram, dove rispondo nel più breve tempo.

Per tutti gli altri consigli di viaggio in Italia ti aspetto in questa pagina.

Condividi su:

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.